L’incertezza finanziaria spinge in alto il prezzo dell’oro

 


Le economie di tutto il mondo stanno lottando 
contro la minaccia della peggiore recessione globale dopo quella degli anni ’30,  in seguito ai  blocchi avvenuti a causa del coronavirusLa gestione della pandemia da parte dell’amministrazione Trump, che ha creato divisione e confusione, e le tensionnei rapporti tra Stati Uniti e Cina a seguito della chiusura dei consolati a Houston e Chengdu della scorsa settimananon fanno che aumentare le preoccupazioni sull’economia globale.

Gli investitori hanno deciso di spostare il denaro in un asset considerato come un’assicurazione dalla turbolenza dei mercati delle valute, ovvero quello dei metalli preziosi. L’oro è salito ieri a un livello record, superando quello precedente dalla crisi finanziaria di settembre 2011, mentre il valore del dollaro è diminuito nelle ultime settimane raggiungendo il livello più basso degli ultimi due anni a causa dei dubbi del mondo finanziario sulla ripresa economica americana e sulla linea commerciale USA-Cina. Anche il prezzo dell’argento è salito raggiungendo il livello più alto da settembre 2013. Sebbene le valute possono essere stampate, la natura dell’oro e dell’argento li rende migliori riserve di valore in periodi di incertezza.

tassi di inflazione  in aumento nei principali stati e città statunitensi, le tensioni geopolitiche, l’incertezza sui nuovi sussidi da 3 trilioni di dollari per stimolare l’economia americana, non ancora accordati dal Congresso, il rallentamento della crescita di lavoro e l’incertezza sull’esito delle elezioni presidenziali, hanno generato paure convincendo i grandi investitori, come le banche, a cercare un posto sicuro dove mettere i loro soldi. I capitali così  si sono spostati negli investimenti di metallo in numero crescente durante i primi sei mesi dell’anno indebolendo  di fatto il dollaro.

L’oro ha raggiunto i 1’943.93 dollari per oncia e gli analisti prevedono che potrebbe superare i 2000 per oncia dato che la Federal Reserve americana probabilmente manterrà i tassi di interesse più bassi ancora a lungo, deprezzando ancora di più il dollaroL’ultima volta che l’oro ha raggiunto questo livello è stato dopo la crisi finanziaria del 2008 e quando la Federal Reserve decise di inondare l’economia americana di moneta per generare attività economica.

La sensazione è che l’economia americana stia vivendo uno stato di salute peggiore rispetto a quella del mondo con il numero dei contagi fuori controllo che non mostrano segni di rallentamento

In riferimento al costo del denaro, il dollaro ha finora tratto vantaggi dal differenziale dei tassi tra gli USA e gli altri paesi (spread). Oggi questo gap non c’è più e gli esperti stimano che il dollaro abbia iniziato un percorso ribassista duraturo.

Con il crollo dell’attrazione del dollaro, il franco svizzero si rafforza e ne trae benefici come valuta rifugio perché considerato  un investimento più sicuroIl dollaro infatti, ha raggiunto il suo minimo con il franco rosso crociato da gennaio 2015. Come del resto anche l’euro, che sta continuando la sua ascesa dopo che i leader dell’Unione europea hanno concordato un piano di finanziamento per 750 miliardi di euro la scorsa settimana.