AlpTransit trascura la tratta ferroviaria verso Luino, critica l’ingegnere Gino Boffa sull’edizione di martedì 3 luglio del Corriere del Ticino e sottolinea il malcontento degli abitanti del Gambarogno per l’au­mento dei treni merci lungo la li­nea Bellinzona-Luino.

“Questo disagio s’in­serisce nel problema generale dei colle­gamenti ferroviari Nord-Sud – prosegue l’ingegner Boffa – che avreb­be dovuto essere affrontato già all’ini­zio della progettazione della linea velo­ce AlpTransit San Gottardo.
… Per quanto concerne il collegamento verso Sud è stata considerata praticamente solo la linea verso Chiasso, realizzando la galleria di base del Monte Ceneri addirittura con due tubi, trascurando la linea verso Luino che risulta essere quella maggiormente richiesta dalle crescenti esigenze del mercato.

La mancata concordata programmazione con l’Italia … ha comportato un eccessivo dimensionamento e conseguente investimento per la costruenda galleria del Monte Ceneri a due tubi con traffico unidirezionale.
… Il progetto di massima per la galleria di base del Ceneri prevedeva una sola galleria con doppio binario. Gli ingegneri di AlpTransit sostenevano che con gli standard moderni di progettazione la sicurezza era più che sufficiente.
Diversamente gli esperti dell’Amministrazione federale hanno deciso per due canne in base agli standard europei … due gallerie monobinario.
Sarebbe bastata una riduzione della velocità massima prefissata di 250 Km/h del 25-30% per garantire il medesimo standard di sicurezza con un traffico bidirezionale in una sola galleria, con un risparmio di centinaia di milioni di franchi.

Con il risparmio conseguito si sarebbe potuto potenziare la linea verso Luino e concordare con l’Italia la soluzione in galleria.
Sono queste purtroppo considerazioni tardive che confermano la mancanza della necessaria preveggenza e di una insufficiente programmazione.
… Già dall’inizio si sapeva che la linea ferroviaria per il trasporto merci era prioritariamente quella verso Luino e non quella verso Chiasso. Anche l’Hupac l’aveva sempre sostenuto.
L’errore, se di errore si può parlare, è stato quindi di aver superdimensionato la galleria del Monte Ceneri con 2 canne monobinario e aver trascurato la linea verso Luino, limitandosi a posare ripari fonici e a qualche intervento di miglioria della tecnica ferroviaria.”