Immagini dal convegno “Il Diritto e la Storia” – Lugano, 29 novembre 2014

Promosso dal Circolo culturale “Nuova antologia” per commemorare il ventennale della morte di Giovanni Spadolini, presidente del Senato italiano.

Ha ideato il convegno, organizzato e presentato: Salvatore Maria Fares.
Hanno parlato: Marco Borradori, Michele Luminati, direttore dell’Istituto svizzero di Roma, Cosimo Risi, ambasciatore d’Italia a Berna, e Filippo Lombardi.

3Per il “mestiere” che mi son scelto per i miei tardi anni – dopo aver esercitato per una vita la mia reale professione – mi trovo spesso ad ascoltare discorsi. Molto più raramente, a farne.

Ascoltare non è la mia attività preferita. All’inizio decido d’impegnarmi, ma poi mi distraggo, friggo sulla sedia, mi rigiro, guardo l’orologio, tormento lo smartphone (quanti lo fanno!). Elenco mentalmente i re d’Inghilterra dal 1066 in poi, li so tutti: Guglielmo il Conquistatore, Guglielmo il Rosso, Enrico I, Stefano, Enrico II, Riccardo Cuor di Leone, Giovanni, …).

Valuto la perizia e il carisma dell’oratore. E allora confesso che il convegno di Fares è stato veramente di alto livello. Il Sindaco, il professor Luminati, l’on. Filippo Lombardi, l’ambasciatore Risi e lo stesso Fares hanno trattato il tema “Il Diritto e la Storia” con profondità e brio, affascinando il pubblico e catturando l’attenzione anche di chi, come me, possiede cognizioni giuridiche che non vanno molto al di là dei romanzi di Grisham.

Il premio speciale per la miglior battuta lo attribuisco allo squisito e ironico conduttore dell’evento Salvatore Maria Fares, grande amico e incondizionato ammiratore di Giovanni Spadolini. “Nel 1994 fu battuto per un voto da un giocatore di golf e perse la presidenza del Senato. Fu un colpo tremendo per lui. Pochi mesi dopo morì”.

Ricordo bene quel giorno, ero alla TV. Il Cavaliere aveva, per la prima volta, battuto la sinistra e vinto le elezioni. Lanciò il suo candidato alla presidenza del Senato. Ricordo il conteggio febbrile dei voti. Vince Spadolini. No c’è un errore, ricontrolliamo. Sono pari! Contiamo. No vince Scognamiglio.

Quella volta vinse… un giocatore di golf (Fares dixit).

4
1
2
8
6
9
7