52enne muore dopo il grave frontale causato da una 77enne contromano.

Il grave incidente avvenuto 4 giorni fa nei pressi di Tenero ha avuto un esito tragico. Per ragioni non ancora chiare, una 77enne circolava contromano e con i fari spenti sulla A13. Dopo un tragitto di qualche centinaio di metri ha provocato una violenta collisione con un altro veicolo che circolava nella giusta direzione, alla guida del quale c’era un uomo di 52 anni.

La donna ha riportato ferite molto gravi ma le condizioni dell’uomo sono apparse immediatamente molto allarmanti. La polizia e i soccorrittori del SALVA che sono giunti sul posto in brevissimo tempo hanno soccorso immediatamente i due portandoli all’ospedale. Purtroppo, oggi è stato reso noto in un comunicato della Polizia cantonale che il 52enne non ce l’ha fatta.

L’uomo, il cui nome non è noto, era residente a Brissago già da parecchio tempo ma veniva da Varese dove ha lavorato per una famosa libreria. Aveva anche avuto un passato in politica nella piccola città di Verbania. L’anziana ha anche riportato ferite di grave entità che hanno reso necessario un intervento d’urgenza ma per adesso la situazione sembra più stabile.

Come riportato nell’edizione di oggi del Caffè, la media nazionale degli scontri causati da persone che imboccano la corsia sbagliata è di circa 13 all’anno. Riccardo Pfister dell’Associazione svizzera maestri conducenti ha dichiarato che spesso i protagonisti di questo tipo di incidente sono persone anziane che “non si rendono contro di non essere più adatte alla guida”.  “Per questo da tempo noi abbiamo detto d’essere contrari a spostare l’età da 70 a 75 anni per la verifica d’idoneità”, inoltre ha ggiunto che “non basta solo una visita medica per capire se una persona è ancora adatta a condurre un’auto. Oltre l’idoneità, cioè la valutazione del medico delle condizioni psico-fisiche di un anziano, occorre anche un check-up di un maestro conducente per misurare le capacità tecniche, di osservazione, reazione e visione. Molti lo fanno spontaneamente, ma non basta. La regola dovrebbe essere estesa a tutti”.

L’Ufficio federale delle strade sta attualmente sperimentando un metodo di segnalazione per coloro che sbagliano la corsia sull’autostrada. Il dispositivo è stato già piazzato all’altezza di Quinto e a Lugano Sud. L’apparecchio dovrebbe servire a dare segnali luminosi ed acustici a chi incorre in questo grave errore e far partire immediatamente l’allarme alla Polizia.