Di cadreghe e poltrone: a me interessa chi ci si siede sopra! – Pensiero del Giorno

di Morena Ferrari Gamba

Sono irritanti, da qualunque parte la si guardi, quei politici e quelle forze politiche che per attaccare l’avversario lo denunciano di strategie di poltrone e cadreghe o, peggio ancora, che contemporaneamente facciano le stesse strategie che rimproverano agli altri! Ma quelle poltrone si chiamano “SEGGI” e abbiatene rispetto! Su quei seggi si dovranno sedere persone o meglio rappresentanti politici, che siete voi candidati. A me interessa chi si siede su quei seggi, sapere chi sono, parlare delle loro competenze, capacità, doti, soprattutto conoscere la loro preparazione e se sono in possesso di una solida cultura politica, quest’ultima sempre più difficile da individuare. Bravi dottori, bravi ingegneri, bravi avvocati, bravi qualunque mestiere facciano, ma il successo nella vita non significa competenza politica. Purtroppo, è questa mancanza che riduce la qualità del dibattito e anche dei candidati. Allora basta sviare l’attenzione: parlateci di voi e dei vostri progetti! Evitate però di parlare alla mia pancia, ma parlate alla mia testa e al mio cuore. Chi vuole occupare un posto istituzionale deve avere la forza delle idee e le competenze per realizzarle. Se no, siete come Cetto La Qualunque e non meritate il “SEGGIO”, per il quale state correndo tutti, nessuno escluso. Non siate ipocriti e trattate la politica come deve essere trattata!