Il primo ministro italiano Mario Monti ha informato il Vaticano che in futuro le imposte saranno prelevate sul patrimonio immobiliare della Chiesa.

Un capo di governo europeo finalmente esaudisce i desideri dei cittadini e abolisce i vecchi pivilegi, scrive il quotidiano belga Le Soir : “Tempi duri per la popolazione europea. Ma i risparmi imposti saranno tollerabili solo se saranno giusti, proporzionali ai mezzi di ognuno. L’austerità deve essere etica e per questo i dirigenti devono mostrare che tutti sono messi a contribuzione e che i privilegi vengono combattuti
… Le rivoluzioni popolari partono sempre da un sentimento di ingiustizia e di ineguaglianza flagranti. Sta ai dirigenti essere coraggiosi, aggiustando la mira delle misure che impongono. In questo modo saranno più legittimati e rispettati.
Impossibile? No, e Mario Monti lo dimostra ogni giorno. Il premier italiano permette di pensare che questa crisi può essere gestita in maniera degna, giusta e coraggiosa.”