Quando mancano pochi giorni alle elezioni comunali, Ticinolive rinnova il piacere di ospitare Claudio Franscella, vicesindaco uscente di Muralto e candidato al Municipio di Alleanza Democratica.

Ticinolive : Sui quotidiani, i dirigenti di Ordine e Progresso, la formazione guidata dal sindaco di Muralto Stefano Gilardi, hanno dichiarato di averla esclusa dalla lista elettorale non per i dualismi con il sindaco quanto per le alleanze strette con altri. Cosa replica?

Claudio Franscella : Innanzitutto constato che, a distanza di più un mese la presidenza di Ordine e Progresso cambia idea. In effetti durante l’assemblea del 1. febbraio il presidente sezionale ha giustificato a lungo la mia esclusione dalla loro lista per motivi di dualismo e divergenze di opinione tra il sottoscritto e il sindaco. Ora invece il tiro si è spostato e si parla di alleanze segrete. Ad ogni modo, se per alleanze segrete si intende dialogo e colloquio con tutte le forze in campo, allora accetto l’”accusa”.
In effetti sono convinto che, soprattutto in un Esecutivo, il dibattito e il confronto aperto delle idee con tutti – anche con le minoranze – sia indispensabile per il raggiungimento degli obiettivi comuni. E questo credo è nell’interesse di tutta la cittadinanza.

All’assemblea del 1. febbraio l’hanno pure accusata di essere già al corrente di ciò che avrebbe fatto, ovverosia una coalizione – Alleanza Democratica – con Muralto Viva e il PLR.

CF : Ma come? Durante il mese di gennaio davanti alla Direttiva a più riprese avevo dato la mia disponibilità a ripresentarmi sulla lista di Ordine e Progresso, ma il sindaco, mettendo l’aut aut (o me o lui), ha convinto la “sua” direttiva a seguirlo.
Se avessi già avuto in tasca la soluzione alternativa avrei evitato questa “umiliazione”. Ad ogni modo i 10 candidati PPD che mi hanno seguito, la sezione del PLR e Muralto Viva possono confermare che il tutto si è deciso in poco più di 10 giorni. E questo ha dell’incredibile!

E’ vero che in questo quadriennio non ha approvato i progetti portati avanti da Ordine e Progresso?

CF : No, assolutamente. Anzi, a scanso di equivoci tengo a sottolineare che tutti i progetti arrivati sul tavolo del Municipio in questi ultimi anni, quali il Piano particolareggiato del Grand Hotel, quello delle FFS, la centrale termica, la ristrutturazione delle scuole, il potenziamento dell’illuminazione natalizia, il rinnovo del campo da basket alla Monda, il parco giochi al Burbaglio, il rifacimento della via San Gottardo, l’introduzione delle zone a disco nei quartieri, i diversi interventi a favore dei più deboli o degli anziani – anche con il mio pieno sostegno – si sono concretizzati.
Altri grossi progetti, a parte quello dell’edificazione del Centro socio assistenziale proposto dall’Alvad e dalla Profilia per cui – va detto per inciso – non si è ancora presa una decisione definitiva, non ne sono arrivati.

Perchè i Muraltesi dovrebbero votare per lei e per Alleanza Democratica?

CF : Soprattutto perché quest’alleanza tripartitica ha un ideale comune: ridare voce a tutti i cittadini di Muralto, indistintamente! E poi perché tutti i candidati presenti in Alleanza Democratica, me compreso, hanno a cuore, oltre alle sorti del nostro Comune, anche la trasparenza e la democrazia.