Nel 2012, mentre diminuivano i profitti netti del Credit Suisse, la banca ha aumentato del 34% la remunerazione del Ceo Brady Dougan.

L’utile netto della banca, che nel 2011 era pari a 1,95 miliardi di franchi, nel 2012 è sceso fino a 1,35 miliardi. Un dato peggiore rispetto alle stime degli analisti.

Riguardo a Brady Dougan, nel 2011 il numero uno del colosso bancario elvetico aveva intascato in tutto 5,82 milioni di franchi. Nel 2012 la cifra è salita a 7,77 milioni di franchi.
Lo stipendio fisso è di 2,5 milioni di franchi, mentre la remunerazione variabile comprende 3 milioni di incentivi a breve termine e 2 milioni a lungo termine.
Il dirigente del Credit Suisse più pagato è stato Robert Shafir, a capo della divisione di private banking e wealth management: nel 2012 ha intascato 10,59 milioni di franchi, a fronte degli 8,5 milioni del 2011.

(Fonte : Valori.it)