A Lugano, Rocco Cattaneo chiede ai liberali radicali di fare galoppini, scrive Gianni Righinetti sull’edizione online del Corriere del Ticino : “Andate a prendere gli elettori, fategli votare la scheda giusta con i nomi giusti.
E mi raccomando, nessun voto ai leghisti. Siamo a 20 chilometri dalla meta, non c’è tempo da perdere, usate anche il telefono. E, ricordate, dopo le 12 di domenica non si potrà più votare.”

“Un’azione a tappeto che si inserisce nella lotta con la Lega per il terzo seggio – si legge nell’articolo -e la poltrona di sindaco[…] Cattaneo ha detto che dopo le elezioni comunali il partito darà il via alla macchina organizzativa per le cantonali dell’aprile 2015: “Inizieremo a cercare i candidati per il Consiglio di Stato e il Gran Consiglio. Partiremo con due anni di anticipo.”
L’obiettivo è riconquistare il secondo seggio in Governo.”