Incurante della posizione del suo partito, il Consigliere di Stato Norman Gobbi ha proposto di rinviare all’aprile del 2013 le elezioni comunali nella città di Lugano.
Elezioni comunali che in tutto il cantone si terranno in aprile dell’anno prossimo. Un appuntamento elettorale tanto atteso dalla Lega, che spera di bissare il successo delle passate elezioni cantonali. Chissà cosa avrà allora pensato Giuliano Bignasca della decisione del “suo” Consigliere di Stato.
Al momento non si sa ancora cosa pensi della proposta di Gobbi il sindaco di Lugano, che si trova ancora in convalescenza dopo l’infortunio domestico di qualche settimana fa.

Norman Gobbi motiva l’ipotesi di un rinvio elettorale con l’urgenza di giungere ad una decisione riguardo all’aggregazione di Lugano con i comuni di Sonvico, Cadro, Valcolla, Bogno, Cimadera e Certara. Ossia, niente elezioni comunali a Lugano se prima non si risolve la pendenza.
Come si legge stamani su La Regione “si tratta sull’entità dell’aiuto cantonale (il tira e molla si è assestato sulla cifra di 36 milioni di franchi, per alleggerire le spalle alla Città che si caricherebbe di enti finanziariamente poco in salute, più il mantenimento per quattro anni dei contributi di livellamento).
Nell’ipotesi in cui il nodo venisse sciolto, Gobbi già immagina che la votazione consultiva possa avvenire entro novembre 2011. Troppo tardi, beninteso in caso di voto positivo, per mettere in cantiere le elezioni comunali della primavera successiva.”