L’Inghilterra si risveglia sotto attacco. O, meglio, Meghan si risveglia sotto gli attacchi. La duchessa del Sussex, in volontario esilio nella natia America, si è vista piombare addosso una serie di offese da plurimi utenti, dopo l’apparizione, nel corso della trasmissione Good Morning Britain di suo padre Markle Thomas. Il quale, tuttavia, è stato anch’egli sommerso dagli insulti dei sudditi di Sua Maestà.

Dopo i commenti al vetriolo “donati” dal padre alla figlia, sono state 55 le denunce pervenute alla Direzione della trasmissione, dopo che gli spettatori hanno visto l’intervista di Thomas Markle, in cui l’uomo ha parlato, ancora una volta, della figlia estranea.

Screenshot dalla trasmissione GMB, in cui Meghan, da ragazza, appare col padre (oggi a sx)

La duchessa del Sussex è stata oggetto di una serie di commenti da parte di suo padre Thomas, il quale, in diretta, ha anche strappato il nuovo libro del principe Harry, che ha definito “vergognoso”.

Thomas Markle ha condotto un attacco serrato ai Sussex, sostenendo di essere, per la figlia, un “fantasma” e promettendole nuovi attacchi pubblici, fino a quando lei non ricomincerà a parlargli di nuovo.

“L’ho reso abbastanza chiaro fino a quando non avrò sue notizie finché non mi parlerà che continuerò a farlo.” Ha detto Thomas “Farò uno spettacolo per almeno un mese se riesco a farcela e alla fine prima o poi dovrebbe iniziare a parlare con me altrimenti è un comportamento troppo infantile, troppo sciocco. È tempo di parlare tra di noi. Siamo una famiglia.”

Gli spettatori, però, si sono lamentati in massa dell’apparizione di Thomas Markle su GMB.

Nel corso della trasmissione, Thomas si è anche esposto in merito alla Corona: “Penso che Harry abbia abbandonato la regina, la famiglia reale, il popolo britannico e l’esercito. Li ha abbandonati tutti”.

Thomas ha poi condiviso i suoi timori di essere etichettato come “stalker” per aver cercato di entrare in contatto con Meghan e ha inviato un messaggio ai suoi nipoti, Archie e Lilibet, dicendo: “Il mio messaggio per i bambini è che hanno due famiglie amorevoli e che anche se la loro bisnonna è la regina d’Inghilterra, è importante per loro sapere che hanno le famiglie sono due e che alla fine cresceranno e vorranno saperne di più su di loro”.

Poi, l’annuncio di intraprendere un’azione legale contro Meghan per poter vedere i suoi nipoti. Per gli spettatori, questo è stato veramente troppo. E sono fioccate le denunce.

Meghan si ritrova così a essere sotto attacco da parte di suo padre, il quale è a sua volta sotto attacco da parte dei sudditi. Ma non è tutto: la piattaforma Bot Sentinel ha analizzato 114mila tweet su Harry e Meghan e ha scoperto che appena 83 account sono responsabili del 70% dei contenuti negativi contro la coppia.

Quindi, anche Meghan è sotto l’attacco dei sudditi, anche se, come spiega Christopher Bouzy, amministratore delegato di Bot Sentinel, dietro agli attacchi ci sarebbe una manipolazione dell’algoritmo di Twitter, nonché l’evitare, da parte degli autori delle offese, di essere identificato e bannato.

Su 83 account, 55 avrebbero creato fake news e gli altri 28 avrebbero divulgato le notizie. Ora Twitter ha annunciato delle contromisure: “Stiamo conducendo le nostre indagini e prenderemo azioni contro gli account che violano le nostre regole”, ha dichiarato un portavoce del social.