Studenti della rinomata London School of Economics hanno organizzato una festa a tematica nazista durante un soggiorno sciistico in dicembre e nel fervore dei festeggiamenti hanno preso a botte un compagno ebreo.

L’antisemitismo è una malattia che appare in ogni generazione, scrive la scrittrice ebrea Tanya Gold nel quotidiano britannico The Guardian : “E ogni volta che riappare si porta appresso nuovi rancori da combattere : l’assassinio di Gesù Cristo, l’avvelenamento dei pozzi, l’usuraio ebreo, l’invenzione del comunismo da parte degli ebrei, o l’opposto, il dominio del mondo da parte degli ebrei grazie al capitalismo e oggi uno Stato ebraico che si difende, uccide i palestinesi ed è corrotto.
I crimini cambiano ma il criminale è sempre lo stesso … Il discorso antisemita oggi fa parte del quotidiano e dire che tutto è causato dai crimini commessi dallo Stato ebraico è disonesto e negazionista.”