Il tiro obbligatorio per i militari non è più confacente alla situazione attuale, ritengono i Verdi liberali. La loro intenzione è sopprimere quello che è un vero e proprio mito elvetico.

I Verdi liberali considerano che il tiro obbligatorio per i militari non sia più adatto alla situazione attuale, né alle necessità dell’esercito, così come non è di utilità alcuna alla formazione dei soldati. La sua soppressione, sostengono, permetterà anche di ridurre il rumore attorno agli stand di tiro.
Inoltre, sottolineano, se il tiro obbligatorio verrà soppresso i soldati non avranno più motivo per tenere armi in casa. Questo aiuterebbe a ridurre il numero di drammi famigliari.
I Verdi liberali vorrebbero che le armi siano depositate d’ufficio negli arsenali, salvo nel caso in cui i militari facciano domanda particolare.
Questa presa di posizione mira a portare l’opinione pubblica a considerare I Verdi liberali come un partito a tutti gli effetti, non solo come una formazione interessata unicamente alle questioni ambientali.

(Fonte : rts.ch)