Dagli “Stati generali” del PPD un primo impulso per il rilancio!

(commento) Il partito, in evidente difficoltà, si affida alla sua personalità più in vista. L’obiettivo immediato è la conferma del doppio seggio al Nazionale, non così automatica. Poi, quando arriva dicembre, tutti staranno a vedere come si comporterà il PPD sotto la cupola. Ho preso l’abitudine, per un senso di giustizia, di distinguere sempre tra il PPD ticinese e il PPD svizzero.

Lombardi x

COMUNICATO

Si è svolto questa mattina presso la Sala polivalente di Sant’Antonino il Comitato cantonale straordinario del PPD (“Stati generali”) il cui compito era quello di analizzare i risultati delle elezioni dello scorso aprile. L’incontro si è tenuto a porte chiuse. In sala si respirava la voglia di rilanciare il partito il più in fretta possibile.

Il coordinatore del Gruppo operativo Filippo Lombardi ha elencato davanti a più di 250 popolari democratici – rappresentanti la base, le sezioni, i distretti e le associazioni riconosciute – le modalità del Comitato.

La parola è poi passata al professor Oscar Mazzoleni che ha presentato il punto di vista e le motivazioni che hanno portato alla sconfitta elettorale del nostro Partito alle ultime elezioni cantonali.

Dopo una breve pausa il Segretario cantonale Domenico Barletta ha riassunto e presentato in un documento (analisi swot) le relazioni/osservazioni giunte preliminarmente in Segretariato (27 a titolo personale e 4 dalle Sezioni/Distretti). Ricordiamo che fino al termine del mese del 25 giugno, la base può inviare ancora le proprie riflessioni/proposte presso il Segretariato.

Attorno alle 10.30 la discussione è entrata nel vivo con la parola che è passata ai presenti e quindi alla base del nostro Partito. Sono intervenuti parecchi popolari democratici, moderati dal coordinatore Filippo Lombardi. Analisi schiette e dirette su quanto fatto finora e, soprattutto, sulle prossime sfide che attenderanno il Partito; il tutto si è svolto in un clima costruttivo e arricchente.

Da più parti è stato sottolineato come sia arrivato il momento di ripartire, con un piglio più diretto, rafforzando e migliorando tutte le strutture che regolano il nostro Partito.

Dopo quasi 3 ore d’interventi la parola è tornata al coordinatore Filippo Lombardi, che ha elencato alla sala quanto fatto in queste settimane e quali saranno le tappe che porteranno alle elezioni federali di ottobre.

Domenico Barletta, segretario cantonale PPD